Percorsi cicloturistici

...in bicicletta nel Monferrato

L'architettura romanica? La pedaliamo in provincia di Asti

Cunico (61 km)
Caricamento...
Descrizione del percorso

Tour alla scoperta delle Chiese in stile romanico che s’incontrano prevalentemente nel territorio astigiano.  Dalle Chiese minore fino all’Abbazzia di Vezzolano,  tra i più importanti monumenti medievali del Piemonte.

Tappe del percorso e punti di interesse

Ricercare le origini e la storia in bicicletta. Si può. Si deve. Questo è un itinerario che ci riporta indietro nel periodo romanico. Un bel tuffo indietro nel tempo e molto architettonico. A due ruote naturalmente. Si tratta di un anello di 60 chilometri attraverso le colline dell’alto astigiano, prevalentemente su strade poco trafficate, sulle tracce dell’architettura romanica. Si parte dalla stazione di Cunico (m.170 s.l.m.) (sulla linea Asti-Chivasso) e si esce sulla provinciale in direzione di Asti; dopo circa cinquecento metri e si svolta a destra in direzione Montechiaro. Dopo poco (km.3) si incorcia una stradina sulla destra che sale alla chiesa di San Nazario e Celso, il cui campanile svetta tra le colline.
Si prosegue sul sentiero tra le vigne salendo sulla collina e si ritrova la provinciale per Montechiaro all’altezza del cimitero. Si sale verso il paese; all’ingresso è possibile una deviazione a destra per visitare la pieve romanica di Piesenzana. Si attraversa Montechiaro e si scende verso la stazione.
All’altezza del secondo tornante a sinistra si imbocca la strada Vignasone che porta, con un piacevole saliscendi, all’incrocio (km.7) con la SS 458; la si attraversa e si comincia la salita in direzione Cortazzone. Dopo neanche due chilometri, vicino al castello di Casasco, si svolta a destra, proseguendo in costa fino a Soglio(km.10-m.275 s.l.m.). Si prosegue scendendo a Cortazzone (km.13); ancora un chilometro di discesa e attraversando l'incrocio, si prosegue dritti, in direzione Montafia; neanche un chilometro e si svolta a destra sulla collina di Mongiglietto: una breve e ripida salita conduce alla magica chiesa di San Secondo, che è possibile visitare chiedendo le chiavi al distributore di benzina in fondo al paese oppure alla vicina pizzeria. 
Si prosegue quindi sulla strada Mongiglietto per circa un chilometro fino a scendere rapidamente per ritrovare la provinciale per Montafia. Si attraversa il paese (km.18) e uscendo, si svolta a sinistra verso il cimitero per affrontare una breve ma ripida salita fino alla chiesa di San Martino. Tornando indietro si svolta, in pianura, in direzione Capriglio. Superato il paese (km.22) si sale, passando da Serra e poi scendendo; si passa a fianco dell’imponente santuario di Colle Don Bosco, e si prosegue, in pianura, fino a Castelnuovo Don Bosco (km.29 – m.250 s.l.m.).
Una lunga, panoramica salita tra i vigneti conduce ad Albugnano (km.34 – m.507 s.l.m.).
Senza entrare in paese si scende, a sinistra, verso la monumentale abbazia di Vezzolano (km.36 – non visitabile il lunedì).  Si può visitare, nel cimitero di Albugnano, la chiesetta di San Pietro. Si scende in direzione Aramengo fino ad incrociare la SS 458, si svolta per duecento metri in direzione Chivasso, e si risale, sulla destra, lungo una ripida stradina che attraversa la frazione Masio e porta alla chiesina di San Giorgio (km.41 – m.390 s.l.m.) Si prosegue sullo sterrato che porta ad Aramengo.
Lo si attraversa e si scende sulla SS 458, percorrendola fino al bivio, a sinistra, per Cocconato. Tre chilometri di salita impegnativa portano in paese (m.420 s.l.m.). Si imbocca una ripida discesa e si risale brevemente fino a Piovà Massaia (m.300 s.l.m.). Si attraversa il paese e si scende in direzione Montiglio.
Si sale alla frazione Carboneri e poi, con un piacevole saliscendi di tre chilometri, si arriva a Cunico per poi raggiungere il punto di partenza. In tutto 60 chilometri. Di Claudio Pasero e Daniela Pestarino

(itinerario geomappato da Claudio Trombin)

Partenza, arrivo e comuni attraversati
Partenza
Stazione ferroviaria
14026 Cunico (AT)
Asti
Visualizza su mappa

Strutture “Bike Friendly” consigliate

Caricamento...
Cascina Rosengana
Asti | Agriturismo
Cascina Rosengana
Cocconato, scrisse Indro Montanelli sul Giornale, è il prototipo ideale di paese. Veniteci allora, perché qui c'è anche il prototipo di agriturismo. Un luogo ameno, proprio di fianco alla Conbipel, capacità di valorizzare i prodotti del territorio, mettendoli in vetrina con un’apposita …
Apri scheda struttura | Visualizza su mappa