Percorsi cicloturistici

...in bicicletta nel Monferrato

100 km tra i castelli dell'Alto Monferrato

da Ovada a Castelnuovo Scrivia (100 km)
Descrizione del percorso


Si attraversa il centro cittadino e si lascia Ovada in direzione di Alessandria: oltrepassato il torrente Orba, si percorre la strada che conduce a Rocca Grimalda: la prima parte del percorso è pianeggiante, ma poi la strada sale con ampi tornanti fino a raggiungere questo borgo caratteristico, raggruppato attorno al castello dei Malaspina e dei Grimaldi, con la sua torre circolare, i suoi fantasmi e il giardino all’italiana.
Percorrendo il crinale delle colline ovadesi, coltivate a Dolcetto, si raggiunge un altro borgo di origine medioevale dominato da un antico castello con torre quadrata e mura di difesa: Carpeneto.
Con saliscendi fra le colline, si arriva a Trisobbio, col suo castello in pietra, dove è possibile salire sulla torre e ammirare il paesaggio circostante. Ancora saliscendi piuttosto impegnativi conducono a Cremolino, un borgo in pietra raggruppato attorno al castello medioevale. Si ridiscende a valle e si prosegue in direzione di Ovada, oltrepassando il paese di Molare, col suo castello, restaurato a fine Ottocento dall’architetto Alfredo D’Andrade, ma di antichissima datazione come rocca fortificata. Appena fuori Ovada in direzione di Novi Ligure, si lascia la strada provinciale per inerpicarsi a destra verso Tagliolo Monferrato, un piccolo borgo dalle case in tufo, con il ricetto stretto attorno al castello dei marchesi Pinelli Gentile.
Si prosegue con un percorso di cresta che conduce alla base dello sperone di roccia su cui sorge Lerma, il cui castello degli Spinola in pietra domina a strapiombo il torrente Piota: si sale con tornanti piuttosto impegnativi fino al borgo medioevale. Il percorso prosegue lungo strade tortuose che si snodano fra colline coperte di boschi fino a vedere in alto, imponente e suggestivo, il castello di Casaleggio Boiro; si è già alle pendici dell’Appennino e si prosegue fino al borgo di Mornese, stretto attorno al castello dei Doria. Da Mornese una piacevole strada sul crinale conduce a Montaldeo dominato da un altro elegante castello della famiglia Doria, famoso per i suoi fantasmi. Una bella discesa porta a Castelletto d’Orba, con il castello duecentesco, mentre con un tratto in salita, tortuoso ma piacevole, in mezzo ai vigneti, toccando piccolissime borgate come Crebini e Cazzuli, si raggiunge San Cristoforo, con il castello degli Spinola, dalla torre a pianta triangolare.
Si percorre una ripida discesa, si attraversa il torrente Lemme che qui presenta acque profonde e gole scavate nella roccia tufacea, e si risale leggermente fino a raggiungere Gavi. In questo paese di origine medioevale, si può visitare l’antico Forte, risalente all’anno Mille e poi ampliato e trasformato nel corso dei secoli XVI e XVII; lo si raggiunge con una stretta e ripida salita che conduce ad uno degli accessi principali. Uscendo da Gavi con direzione Francavilla-Basaluzzo, si percorre una strada pianeggiante che costeggia il torrente Lemme e si snoda fra antiche ville del Seicento e del Settecento e si raggiunge Francavilla Bisio, dove sorge un castello in cotto, ora disabitato. La strada costeggia il castello e sale dolcemente, si segue la direzione di Tassarolo, che si raggiunge costeggiando il campo da golf. Si lascia Tassarolo con l’imponente castello Spinola, in direzione di Novi, si percorrono alcuni chilometri di salite e discese abbastanza impegnative fino a Novi.
Il percorso parte da Novi Ligure, con la visita alla torre del castello e alle mura che proteggevano la rocca e ad alcune gallerie scavate sotto la rocca fortificata. Si lascia Novi percorrendo la strada San Marziano, una stradina che si snoda in mezzo ai campi costeggiando una linea secondaria della ferrovia, e si raggiunge con poca fatica ed in pochissimo tempo l’abitato di Pozzolo Formigaro, dove proprio nel centro del paese sorge il castello tre- quattrocentesco con l’alta torre. Lasciato Pozzolo in direzione di Villalvernia, si percorre una strada di campagna che attraversa la frazione Bettole con le sue cascine in terra cruda, si raggiunge e si supera il torrente Scrivia poi si prosegue sulla destra orografica del torrente in direzione di Tortona; si sale verso Spineto Scrivia e si prosegue fino a Carbonara Scrivia con la sua rocca, una suggestiva torre quadrata di antichissima origine.
Il percorso, dalle colline, ridiscende fino a Tortona; si entra in città per inerpicarsi sulla collina del castello: lungo il percorso si costeggiano gli imponenti resti archeologici delle antiche mura romane e si sale fino alla torre del castello, unica superstite della sistematica distruzione napoleonica di forti e castelli in questa zona. Da Tortona si raggiunge Castelnuovo Scrivia, col suo medioevale castello dei Torriani-Bandello, su strada asfaltata e pianeggiante.

 

Tappe del percorso e punti di interesse

Questo itinerario può essere percorso interamente oppure utilizzando solo alcune parti del tracciato che da Ovada arriva fino al comune di Castelnuovo Scrivia in una cornice ricca di castelli e fortezze secolari.

 
Partenza, arrivo e comuni attraversati
Partenza
15076 Ovada (AL)
Alessandria
Arrivo
15053 Castelnuovo Scrivia (AL)
Alessandria
Comuni attraversati
Carbonara Scrivia, Carpeneto, Casaleggio Boiro, Castelletto d'Orba, Castelnuovo Scrivia, Cremolino, Francavilla Bisio, Lerma, Molare, Montaldeo, Novi Ligure, Ovada, Pozzolo Formigaro, Rocca Grimalda, Tagliolo Monferrato, Tortona, Trisobbio

Strutture “Bike Friendly” consigliate

Caricamento...
Agorà Travel
Alessandria | Tour operator
Agorà Travel
Organizziamo tours cicloturistici guidati o in completa libertà e altre attività outdoor, quali trekking e nordic walking, sia per individuali sia per piccoli o grandi gruppi e famiglie. Si va da brevi o lunghe escursioni giornaliere a vacanze attive di più giorni, con la possibilità di …
Apri scheda struttura
AGRITURISMO \
Alessandria | Agriturismo
AGRITURISMO "RA MANSENA"
Agriturismo situato nel parco del Po, a 200 metri dalla confluenza del Tanaro. Offre agli ospiti: - pensione completa, colazione, pranzo, cena e pernottamento in camere matrimoniali con possibilità di aggiunta di terzo e quarto letto, camere singole; - cucina piemontese con prodotti a km. …
Apri scheda struttura